Vasco Rossi contro Trump: duro messaggio verso il presidente USA

Vasco Rossi si trova a Rimini, dove in questi giorni si sta tenendo in forma e si sta concedendo un po’ di relax in vista di un anno che si preannuncia pieno di impegni. Annunciati già i cinque concerti (Firenze, Milano, Imola e 2 Roma), che erano previsti questa estate e che sono stati rimandati a causa dell’emergenza relativa al Coronavirus. Non è escluso che in autunno possa uscire il nuovo disco visto che sui propri profili social ha pubblicato foto e video nelle scorse settimane che lo ritraevano in sala d’incisione. Il Blasco, però, sui propri profili social spesso lascia i propri pensieri sull’attualità.

Vasco contro Trump

In queste ore Vasco Rossi si è scagliato contro il presidente Usa, Donald Trump, sul proprio profilo Instagram. Il Blasco lo ha fatto richiamando le parole del collega toscano Bobo Rondelli contenute nel suo romanzo autobiografico Cos’hai da guardare. Questo il posto del Rocker di Zocca:

“Guardo Trump, con quella faccia cerrona e il capello tinto alla Flinstones, un vecchio senza dignità che balla il rock’n’roll gonfio di mangime come un maiale, che becera ‘l’America agli americani e fuori i messicani. E pensare che mio nonno paterno partì per lavorare in America, in miniera, curvo 16 ore al giorno, e poi morì soffocato dalla silicosi. Sfruttato dai padroni americani, sotto terra come una bestia, e così non ho mai avuto modo di incontrarlo, mi è stato portato via. Altri italiani forse hanno esportato mafia, ma non mio nonno degli Appennini emiliani, un fiero lavoratore da entroterra. Da questa storia, scritta sul mio sangue, sento che niente è cambiato. Uomini e donne ridotti a bestie affamate sono costretti a fuggire dai loro luoghi per fare arricchire Paesi in continuo sfrenato sviluppo, per alimentare i loro porci profitti”.

loading...
Letture 2.068

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *