Vasco Rossi alza la voce: ‘Ecco la nostra richiesta al Governo’

Vasco Rossi ha preso parte ieri alla manifestazione sui Social nei confronti del Governo. Cantanti, tecnici, musicisti e quanti operano nel business dei concerti hanno pubblicato cartelli con l’hashtag #iolavoroconlamusica. Il 21 giugno sarà la festa della musica, ma rischia di essere un giorno senzamusica come recita un altro hashtag tra i più gettonati. Non solo il Blasco, visto che tanti altri si sono uniti a questo grido nei confronti di un settore probabilmente trascurato in questi mesi.

L’appello di Vasco Rossi

Sui propri profili social Vasco Rossi ha pubblicato un messaggio nei confronti del Governo, facendo un appello importante a nome di tutto il mondo della musica:

“Nella musica lavorano in tanti, non solo i musicisti e i cantanti. La musica fa cultura, educa, emoziona, intrattiene e se non bastasse, produce economie importanti (il solo comparto cultura sarà il 16% del PIL) dando lavoro a decine di migliaia di persone che oggi, causa Covid-19, rischiano di restare a casa. Sappiamo che ci sono delle proposte di emendamento al DL rilancio che ci riguardano. Chiediamo che la politica non li ignori, adoperandoci al più presto per dare finalmente dignità a tutti coloro i quali lavorano per il bene della musica”.

loading...
Letture 2.216

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *